Conti di deposito vs rischio: come guadagnare con la liquidità

E’ l’alternativa di guadagno più tranquilla per parcheggiare la liquidità e metterla a reddito, in attesa che tornino tempi migliori. I depositi offrono tassi netti che battono l’inflazione e permettono di ottenere un rendimento che arriva fino all’1,50% netto, sui 12 mesi. Ecco le offerte migliori. Cosa fanno i grandi gruppi bancari nazionali. E alternative più particolari come quella della banca della FCA
di: Elisa Vannetti
30 Gennaio 2017
Condividi

Mantenere i soldi liquidi in attesa che si presentino condizioni migliori per tornare a investire, di questi tempi, può rappresentare una buona soluzione. Con l’inflazione ancora prossima allo zero (il tasso medio per il 2016 in Italia è stato del -0,1%), infatti, i prodotti di liquidità remunerata, assumono un nuovo appeal, almeno dal punto di vista del rendimento, consentendo non solo di salvaguardare il capitale investito dall’erosione del costo della vita, ma anche di guadagnarci qualcosa. I preferiti (nonché i più redditizi oggi) sono i conti di deposito, l’alternativa remunerata del classico materasso. Prevedono il riconoscimento di un interesse a condizione che si vincolino le giacenze per periodi di tempo predeterminati, di solito a 6 o 12 mesi (ma ci sono anche offerte che arrivano a 10 anni). E hanno rendimenti che, sui vincoli a 12 mesi, di norma quelli più richiesti, arrivano anche a garantire l’1,50% netto (Fonte: DB Prodotti bancari di OF Osservatorio Finanziario). Un guadagno consistente, soprattutto se rapportato con il tasso di inflazione attuale.

Non c'è solo la variabile tempo a determinare il rendimento: anche l’importo investito incide sul tasso di interesse effettivamente applicato. Chi, per esempio, deposita somme superiori a 100.000 euro può sperare di ottenere condizioni più favorevoli. Montepaschi di Siena, per esempio, porta all’1,60% il rendimento di Conto Italiano Benvenuto in Anticipo per chi investe almeno 100.000 euro in un vincolo a 12 mesi (contro lo 0,90% offerto a chi ne deposita meno). Ma bisogna fare attenzione: in questo caso i rischi sono maggiori. I conti di deposito infatti aderiscono al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, che garantisce i capitali investiti fino a un massimo di 100.000 euro.

Quanto rendono


Le proposte degli istituti di credito sul mercato sono molte, anche se spicca l’assenza di Intesa Sanpaolo, la prima banca in Italia per capitalizzazione. Alcune sono a tempo determinato, altre invece riservate solo ai nuovi clienti o a chi apporta nuova liquidità. Ecco quelle che offrono i rendimenti più alti sui vincoli a 12 mesi, tra le offerte analizzate da OF Osservatorio Finanziario nel DB Prodotti Bancari.

Pagine: 1 2 3 Avanti





Scenari Immobiliari il forum 2017





















ALTRE NEWS

OFMigliorMutuo 2017

Elisa Vannetti51 giorni fa