Itinerari alla ricerca di vino e cibi della nostra cultura: l'Etna

La più grande isola del Mediterraneo non è solo mare e spiagge, ma anche storia, cultura e tradizioni enogastronomiche. Ecco come scoprire il meglio della regione collinare che si sviluppa alle pendici dell’Etna, dove assaporare i vini DOC e mangiare le prelibatezze tipiche, in un percorso insolito, lontano dal turismo di massa. E con i consigli di viaggio di OFTravel
di: Lucia Ancilotti
4 Agosto 2017
Condividi

» Continua a leggere



La Sicilia, la più grande isola dell'Italia e del Mediterraneo, pur essendo rinomata in tutto il mondo per le sue spiagge di sabbia bianca, le bellezze naturalistiche e i siti archeologici ancora oggi visitabili risalenti all’impero greco e romano, ha molto altro da offrire. Spostandosi dalla costa verso l’entroterra, si può visitare un’area collinare piuttosto vasta, dove filari di vitigni si alternano alle pendici del vulcano attivo più grande d’Europa, l’Etna (Patrimonio Mondiale dell’Unesco dal 2013). È in questi luoghi che si origina la strada del vino dell’Etna: un’area piuttosto vasta in provincia di Catania che, pur non strutturandosi come un percorso fisico ben definito, permette di visitare le aziende agricole immerse nelle campagne siciliane, assaporando i prodotti tipici della regione, attraverso centri storici e paesini arroccati sulla costa. Per un viaggio insolito, alla scoperta delle tipicità e dei sapori locali, si può quindi pensare di organizzare un itinerario enogastronomico della regione che dà i natali al celebre Etna DOC: un vino di tre qualità, bianco, rosso e rosato, ottenuto dalle uve di quattro vitigni autoctoni. Ecco da dove partire, e come organizzare la visita, con i consigli di viaggio di OFTravel.

Riposto


La strada del vino del territorio etneo non ha un vero e proprio punto di origine anche se, idealmente, per un tour alla scoperta della zona si può partire da Riposto. Questo caratteristico centro marinaro nella provincia catanese e rinomato porto che anticamente veniva utilizzato per il commercio del vino, infatti, è anche il punto di partenza del Treno dei Vini dell’Etna della Ferrovia Circumetnea con il quale esplorare il territorio facendo tappa in alcune località caratteristiche. A pochi passi dal Porto Turistico dell’Etna di Riposto sorge l’enoteca La Vineria dove assaporare i vini prodotti in zona insieme a una selezione dei prodotti artigianali più rappresentativi della Sicilia. Nella bottega si può trovare una selezione di oltre 1000 diverse etichette di vini rossi e bianchi prodotti dalle migliori e più note cantine locali, oltre a distillati, liquori, champagne, whisky, rum, grappe, spumanti e prodotti tipici della zona. Mentre, è stato inaugurato da circa un anno il Museo del Vino di Riposto, a Casa Allegra, che comprende una sala attrezzata per la degustazione. Per cena, invece, si può optare per il ristorante dello Zash Country Boutique Hotel, consigliato dalla guida Michelin per via della sua cucina creativa. Qui, lo chef Giuseppe Raciti e il suo staff hanno messo a punto un menu in grado di reinterpretare in chiave moderna i prodotti tipici della tradizione, accompagnando i piatti proposti con un’accurata selezione di vini dei migliori produttori dell’Etna, con i vitigni locali, Nerello mascalese e Carricante al centro dell’attenzione. Se ci si vuole fermare per la notte, prima di proseguire il tour, poi, lo Zash Country Boutique Hotel offre suite matrimoniali da 220 euro a notte a coppia.

Itinerari alla ricerca di vino e cibi della nostra cultura: l'Etna






Scenari Immobiliari il forum 2017





















MUTUI

OFMigliorMutuo 2017

Elisa Vannetti79 giorni fa
ALTRE NEWS

OFMigliorMutuo 2017

Elisa Vannetti79 giorni fa