logo-mini
E io pago con la faccia OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

Aumenta il numero di banche che consentono l’utilizzo in Italia di Apple Pay, anche grazie alla nascita della nuova società paytech Nexi. Ma cosa accadrà quando il sistema che riconosce il volto dell'utilizzatore, disponibile oggi nel nuovo iPhone X sarà d'uso comune? Si pagherà mettendoci la faccia? In alcuni casi è già possibile, ecco dove e come

E io pago con la faccia

» Vai allo speciale Payments



Anche la nuova paytech Nexi, nata dalla fusione tra CartaSi e ICBPI ha scelto, tra le prime iniziative a seguito della presentazione della nuova società, di supportare lo sviluppo di Apple Pay in Italia. Il sistema di pagamento mobile della Apple è, così, già disponibile per i clienti di alcune ban-che partner di Nexi: Crédit Agricole, Banca Mediolanum, Cassa Centrale Banca e Cassa di Risparmio di Bolzano.

A queste si aggiungono UniCredit, Carrefour Banca, Wi-diba e Hype di Banca Sella che già avevano annunciato nei mesi scorsi l’integrazione di Apple Pay e società fintech che da poco sono sbarcate nel mondo dei pagamenti come N26, istituto mobile only nato dall’idea di una startup tedesca.
Anche le BCC optano per il sistema di pagamento Apple, in questo caso da collegare alle carte emesse dalla società del gruppo CartaBCC.

Ci si domanda, a questo punto, con una base di oltre 30 milioni di potenziali utilizzatori, cosa accadrà quando il sistema che riconosce il volto dell'utilizzatore, disponibile oggi nel nuovo smartphone Apple iPhone X, sarà d'uso comune? Si pagherà mettendoci la faccia?

» Continua a leggere



Forum Scenari Immobiliari 2019

Leggi Anche:


Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Leggi Privacy Policy.

Visita il sito