logo-mini
2018: Le 10 regioni da sognare (seconda parte) OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

Belfast e la Causeway Coast in Irlanda del Nord, l’Alaska, le Alpi Giulie, fino alle Isole Eolie. Sono alcune delle regioni da visitare nel 2018 secondo l’annuale classifica “Best in Travel” di Lonely Planet. OF Travel racconta gli itinerari da percorrere, le peculiarità da non perdere, quando programmare un viaggio. Ecco le ultime 5 destinazioni

2018: Le 10 regioni da sognare (seconda parte)

» Vai allo speciale con foto e video


Leggi anche:

» I 10 Paesi da visitare nel 2018 (prima parte)


» I 10 Paesi da visitare nel 2018 (seconda parte)


» Le 10 regioni da visitare nel 2018 (prima parte)


Belfast, che ha conosciuto negli ultimi vent’anni una trasformazione eccezionale, con la sua Causeway Coast; l’Alaska, oggi più facile da raggiungere, meta ideale per gli amanti dell’avventura; le Alpi Giulie slovene, paradiso montano che sta iniziando ad aprirsi a visitatori di ogni tipo. Sono le prime tre regioni consigliate dal “Best in Travel 2018 ” di Lonely Planet per pianificarvi un viaggio. Gli esperti forniscono informazioni generali, consigli sugli itinerari da percorrere e sul periodo migliore per farlo, sottolineano le esperienze imperdibili in loco. OF Travel, dopo aver illustrato i 10 Paesi consigliati per il 2018, ha selezionato in questo speciale le informazioni più utili e le particolarità più interessanti per quanto riguarda le 10 regioni Best in Travel.

Isole Eolie – Italia


Al sesto posto della classifica Lonely Planet figura l’Italia con le sue Eolie. Le sette isole dell’arcipelago, con i loro paesaggi naturali, i coni vulcanici, i vigneti e i paesi di pescatori hanno iniziato negli ultimi tempi ad attirare anche molti turisti stranieri, quindi il 2018 potrebbe essere l’ultimo anno per programmarvi un viaggio evitando la folla. Tutte le isole offrono stupendi sentieri escursionistici e panorami. Lipari è la più grande e la più vivace, con i suoi vicoli che conducono ai pittoreschi caffè sul lungomare. Ma è da vedere anche il Museo Archeologico Eoliano. A Vulcano sono da provare i bagni di fango e la facile salita di un’ora fino al cratere fumante. Poi si può salpare alla volta di Salina, per degustare un bicchiere di Malvasia e passeggiare tra i vigneti. A Panarea ci si può concedere una serata tra i suoi numerosi locali notturni, mentre a Stromboli si deve ammirare la Sciara del Fuoco grazie alle costanti eruzioni. Si può concludere il viaggio nelle periferiche e tranquille Filicudi e Alicudi. Anche la cucina delle Eolie, dalla colazione al pesce fresco, merita una menzione.

Quando andare. Maggio e giugno sono i mesi perfetti per le escursioni a piedi, settembre per godersi i bagni nelle acque calde senza la folla di agosto.

» Continua a leggere



© OF Osservatorio Finanziario - riproduzione riservata

Forum Scenari Immobiliari 2019

Leggi Anche:


Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Leggi Privacy Policy.

Visita il sito