logo-mini
Itinerario alla scoperta della Giordania (e di Petra) OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

I suoi territori desertici custodiscono moltissimi tesori archeologici, su tutti Petra, l'antica città nabatea scavata nella roccia di arenaria, e naturalistici, come il deserto del Wadi Rum. E da qualche mese questo Paese è anche facilmente raggiungibile dall'Italia grazie ai nuovi voli diretti. Ecco come programmare un viaggio in queste terre. Dove dormire, come organizzare gli spostamenti e cosa vedere assolutamente

Itinerario alla scoperta della Giordania (e di Petra)



» Guarda la Fotogallery



La Giordania, minuscolo stato del Medio Oriente che sorge sulla sponda orientale del fiume omonimo, accoglie una immensa quantità di visitatori sin dai tempi antichi, quando il suo territorio desertico era crocevia delle carovane di cammelli che percorrevano la leggendaria Strada dei Re. Oggi, invece, i suoi territori sono invasi da turisti, che hanno recentemente riscoperto un rinnovato interesse per questo stato e per le bellezze naturalistiche e architettoniche che custodisce.

Merito, sicuramente, della ritrovata tranquillità politica della regione, nonostante confini con Paesi in continuo subbuglio, e dell'aumento delle rotte aeree che hanno migliorato i collegamenti con l'Italia. Dallo scorso novembre, infatti, anche la compagnia low cost Ryanair vola ad Amman, la capitale, con ben sette voli settimanali. Non solo: anche Lonely Planet nel suo celebre Best in Travel, la guida che suggerisce le destinazioni top dell'anno, consiglia nel 2019 di organizzare in queste terre un viaggio. Ecco perché, nell'ultimo anno il numero di turisti è letteralmente esploso. Lo scorso ottobre, il Ministero del Turismo e delle Antichità ha dichiarato un aumento del 92,1% di pernottamenti rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Ma le stime, fanno sapere le autorità, sono in netto rialzo.

La Giordania, nonostante le sue dimensioni ridotte, ha numerosi siti di interesse archeologico e culturale che si aggiungono alle meraviglie naturali. È qui, infatti, che si trova Petra, l'antica capitale Nabatea che è anche una delle 7 meraviglie del mondo moderno. Ma sono imperdibili anche i siti archeologici di origine romana, tra i più suggestivi e meglio conservati al di fuori di Roma. E il bellissimo e scenografico deserto rosso del Wadi Rum.

Il periodo migliore per visitare questo stato è sicuramente quello compreso tra marzo e maggio, quando le temperature sono abbastanza miti da consentire di visitare i siti archeologici tranquillamente. Ecco come programmare un viaggio. Dove dormire, come organizzare gli spostamenti e cosa vedere assolutamente.

» Continua a leggere



© OF Osservatorio Finanziario - riproduzione riservata

Forum Scenari Immobiliari 2019

Leggi Anche:


Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Leggi Privacy Policy.

Visita il sito