logo-mini
Settembre 2019. Hi-Tech & banche. I Migliori del Bimestre OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

BNL BNP Paribas, con l’entrata in vigore della PSD 2, permette di sottoscrivere le proposte di consulenza direttamente online. BPER Banca ha lanciato una nuova app per gestire le carte. Intesa Sanpaolo ha esteso l’utilizzo del salvadanaio digitale anche ai giovani under 18. Mastercard, intanto, punta sui mobile payments a Firenze per acquistare i biglietti dei mezzi direttamente a bordo

Settembre 2019. Hi-Tech & banche. I Migliori del Bimestre

Tratto dalle schede del DB Prodotti Bancari presenti nel rapporto La Bussola Innovazione di settembre 2019
Il 14 settembre è entrata in vigore in via definitiva la direttiva europea sui sistemi di pagamento. Questa importante data ha segnato inevitabilmente le principali iniziative del periodo di rilevazione. Da luglio a settembre, infatti, gli istituti di credito sono stati per lo più impegnati nel modificare le modalità di autenticazione ai servizi online. E a sostegno sono state avviate campagne di comunicazione per informare i clienti delle novità introdotte.

La dismissione dei dispositivi token fisici (le famose chiavette) e degli altri sistemi utilizzati in precedenza (tra cui anche il lettore BancoPosta) ha portato contestualmente alla nascita e all’evoluzione anche delle app di mobile banking, che sono diventate funzionali all’utilizzo dell’home banking. Per operare sul conto in autonomia è da oggi indispensabile utilizzare uno smartphone per utilizzare il token mobile, ricevere il codice identificativo univoco via sms o per autorizzare accesso e disposizioni con i dati biometrici.

Le banche usano sistemi differenti fra loro alla ricerca della migliore customer experience. Tra le ultime novità, BNL BNP Paribas ha reso obbligatorio l’utilizzo del suo token mobile anche per l’accesso all’area riservata. UBI Banca continua a mantenere attivo il Digital Code via app e inserisce le notifiche push per autorizzare direttamente le disposizioni. Deutsche Bank ha presentato in anteprima la nuova app DB Secure Authenticator creata apposta per fornire i codici di accesso all'area riservata. Poste Italiane ha obbligato anche chi era già registrato da tempo al servizio poste.it a cambiare la password ricevendo un sms di conferma e associando da app BancoPosta o Postepay i prodotti finanziari creando un pin (PosteID) di 6 cifre.

I cambiamenti non sono stati indolori per i clienti secondo le prove raccolte dai provatori della Community di OF. I clienti sono stati costretti a destreggiarsi con metodi differenti da banca a banca e in alcuni casi con alcune discrasie tra i sistemi usati online e quelli utilizzabili via app. La qualità del servizio si è misurata anche con la pazienza (o meno) degli operatori dei call center.

Le app sono di fatto diventate il centro del banking e si arricchiscono continuamente di nuovi servizi alternativi all’home banking. Banca Mediolanum, ad esempio, durante l’estate, premiava chi sottoscriveva un prestito da smartphone. Widiba permette anche via app i bonifici istantanei. Mentre Intesa Sanpaolo consente di firmare le proposte delle carte direttamente da smartphone.

I MIGLIORI DEL BIMESTRE


HOME BANKING: BNL BNP Paribas: le proposte di consulenza si sottoscrivono online
BNL BNP Paribas ha informato i clienti delle nuove modalità di consulenza a distanza rese disponibili dalla PSD2. Il servizio infatti consente di acquistare le proposte di investimento inviate dal private banker direttamente online dall'area clienti. Nell'area acquisti dell'home banking basta selezionare la proposta di investimento che si intende sottoscrivere e firmare digitalmente. Per autorizzare la firma digitale si utilizza lo smartphone: si clicca sulla notifica push che viene inoltrata in automatico sullo smartphone e che riporta il dettaglio della transazione che si sta eseguendo, per poi procedere al riconoscimento biometrico. In alternativa, si può inserire il Pin.

APP: BPER la nuova app per gestire le carte
Il 3 settembre 2019, BPER Banca ha lanciato la nuova app Smart BPERCard dedicata ai clienti del Gruppo che possiedono una BPER Card e il servizio di internet banking dispositivo Smart web o le credenziali per accedere all'area riservata BPER Card. L'app consente di monitorare tutte le spese sostenute, bloccare temporaneamente una carta che si utilizza, controllare i limiti di spesa e inserire blocchi che ne limitino l'utilizzo a seconda delle aree geografiche (geocontrol), ma anche per importo, categoria merceologica e canale di utilizzo della carta. Inoltre, è possibile abilitare le carte a Samsung Pay e Google Pay per pagare con lo smartphone.

MOBILE PAYMENTS: XME Pay under 18 di Intesa Sanpaolo
Dal 3 settembre 2019, Intesa Sanpaolo promuove XME Pay, il nuovo servizio di pagamento mobile disponibile anche per gli under 18 a costo zero e utilizzabile a partire dagli 8 anni di età. Il servizio si trova all'interno dell'app di mobile banking ed è associato a XME Conto UP!. Consente di scambiare denaro con gli amici della rubrica e nelle chat. Inoltre, è presente la funzione "ricompense" che permette al genitore di premiarlo con piccole somme quando raggiunge un obiettivo. Mentre con la funzione "il mio portafoglio" il ragazzo può monitorare il suo conto corrente visualizzando quanto può ancora spendere. Sono disponibili anche i mobile payments per i ragazzi che hanno collegato al XME Conto UP! una carta di debito XME Card. Il servizio permette di utilizzare XME Pay per attivare il pagamento digitale con PAyGO, direttamente dall'app, ma anche Samsung Pay e Apple Pay.

CARTE E POS: Mastercard inaugura i pagamenti contactless a Firenze
Mastercard ha inaugurato il progetto Firenze Cashless Experience, a pieno regime da agosto. L'iniziativa prevede il pagamento di titoli di viaggio con carte contactless su tutti i 355 autobus di ATAF e sui 15 di Busitalia (Gruppo FS Italiane) dei servizi Volainbus (link diretto Firenze-Aeroporto Amerigo Vespucci) e The Mall (link diretto Firenze-Outlet The Mall) in collaborazione con Mastercard. Il progetto pilota Florence Cashless Experience, il primo in Italia esteso a tutta la flotta bus, consente quindi di acquistare il titolo di viaggio avvicinando la carta di pagamento contactless dei principali circuiti sull’obliteratrice a bordo dei mezzi ed attendere la conferma dell’acquisto senza nessuna maggiorazione. Al momento della verifica da parte del personale incaricato, basta comunicare le ultime quattro cifre della carta di pagamento utilizzata per verificare l’acquisto del biglietto.

© OF Osservatorio Finanziario – riproduzione riservata

Leggi Anche:


Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Leggi Privacy Policy.

Visita il sito