logo-mini

OF News Aggregator

Per iscriversi o disattivarsi dalla mailing list

Uscita di lunedì 23 aprile 2018

Npl, la Bce alza la guardia sulle nuove maxi-rettifiche

Economia
La morsa della Bce sulle banche europee non si allenta. E così, dopo gli Npl con il relativo varo dell’addendum, ora nel mirino della Vigilanza finiscono le valutazioni contabili delle banche legate all’Ifrs9. E, in particolare, le maggiori svalutazioni su crediti attuate dalle banche nell’ambito della prima applicazione (first time adoption) del nuovo principio contabile. Un modo insomma per verificare che gli istituti non abbiano approfittato indebitamente dei benefici derivanti dall’introduzione graduale dell’impatto della riforma (il cosiddetto phase in) concesso dalla normativa....
 
Leggi tutto

La riforma delle banche di credito cooperativo, una storia di tradimenti

Economia
Uno scenario sconvolgente, se non drammatico, si prospetta per il nostro paese. E i nostri politici dormono o sono impegnati, in quadro politico incerto, nella personale e ben più interessata causa della conservazione dei propri privilegi. Così come avvenuto con la legge che ha introdotto nel nostro paese il bail in, i nostri rappresentanti politici, a Roma e a Bruxelles, stanno subendo passivamente l’imminente applicazione della legge n. 49 dell’8 aprile 2016 che ha riformato profondamente il sistema del credito cooperativo in Italia. Urge una riflessione. Anzi più di una. Perché questa è una storia di tradimenti che va raccontata con profondità di analisi. Tenterò di farlo in queste settimane su questo blog. Comincio col dire che la riforma è stata salutata da più parti come una manovra di necessario rinnovamento, addirittura presentata come una “autoriforma”, cioè voluta dalle stesse Banche di Credito Cooperativo e congegnata con la collaborazione delle loro federazioni rappresentative. Bugia!...
 
Leggi tutto

L’INTERVISTA. Saccomanni (Unicredit): «Ora il sistema Italia cresce La Vigilanza? Regole più stabili»

Economia
Fabrizio Saccomanni, dal 13 aprile, è presidente di Unicredit. Per quasi tutta la vita ha lavorato nelle istituzioni, fino a diventare direttore generale della Banca d’Italia e ministro del Tesoro nel governo Letta. Adesso il primo incarico privato. C’è un tema di porte girevoli? «È giusto vi sia un periodo di stacco, nel mio caso è stato piuttosto lungo. Ho lasciato Bankitalia cinque anni fa e ho fatto il professore. Ora penso di svolgere questo nuovo incarico nello stesso spirito con cui Bankitalia predica la sana e prudente gestione: qui lo faccio per una banca di rilievo pan-europeo, come impegno di sistema. Non ho deleghe operative, devo assicurare una costruttiva dialettica tra il consiglio ed il management ed un efficace controllo dei rischi». ...
 
Leggi tutto

Tim, attesa per il verdetto sui ricorsi alla vigilia dell’assemblea

Economia
Fatte le formazioni, la partita per la governance di Tim entra nel vivo. Dopo giorni di botta e risposta tra i francesi di Vivendi e il fondo attivista Elliott, martedì 24 aprile si conteranno le azioni. E i voti. Ma prima di una assemblea, la cui affluenza è attesa a livelli mai visti prima, intorno a quasi il 70%, cruciale sarà l'esito della battaglia legale in corso. Venerdì scorso il giudice Elena Riva Crugnola si è riservata di decidere sul ricorso d'urgenza presentato da Tim e Vivendi per bloccare la revoca dei consiglieri espressi dal socio francese. Il giudice deve ora leggere le corpose memorie prodotte dagli avvocati, compresi i documenti consegnati dallo studio Erede in merito alla richiesta di Elliott di costituirsi come parte del procedimento....
 
Leggi tutto

La7 è in caduta libera: il taglio dei costi affossa l’audience, ma Cairo sogna il canone

Economia
Gli ascolti de La7 sono in caduta libera, ma per mascherare il crollo dell’audience – e scongiurare il rischio di perdite a bilancio – il gruppo editoriale di Urbano Cairo gioca la carta del servizio pubblico. Una strategia di medio periodo con la quale punta a strappare milioni di euro di canone alla Rai, confidando nell’aiuto della politica. L’ultimo, in ordine di tempo, a salire sul carro di Cairo è stato il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda che ospite a La7 ha spiegato come “alla gente che guarda la televisione interessa avere il prodotto non chi lo offre. I politici si divertono un mondo a dire che un programma fa schifo, che un altro funziona. Ma le pare che il compito di un politico è fare il critico?”. E poi: “A chi fa un lavoro di servizio io do quei soldi”. Sulla falsariga di Calenda – che cerca di ritagliarsi uno spazio come leader politico nel caso di un’impasse elettorale – si erano già mossi i 5 Stelle...
 
Leggi tutto

Lievi rialzi in Europa, giù invece Wall Street

Affari Personali
A Piazza Affari rialzi nel settore bancario (+0,66% il Ftse banche) tra i bancari Ubi Banca +1,5%, Bper +1,08%, Intesa Sanpaolo +0,76%, Banco Bpm +0,68%, Unicredit +0,63% e Mediobanca +0,39%. Molto bene Telecom Italia (+1,6% a 0,8762 euro) che continua a catturare l'attenzione degli investitori in vista dell'Assemblea dei soci del 24 aprile. Denaro su Italgas (+1,05% a 5,174 euro) grazie alle dichiarazioni dell'ad del gruppo Paolo Gallo che ha evidenziato per il 2018 l'impegno di acquisire circa 200 mila punti di riconsegna per un controvalore di circa 250 miloni e che la prima acquisizione dovrebbe chiudersi entro giugno. Acquisti su Generali Assicurazioni (+1,03% a 16,715 euro). Gli analisti di una casa d'affari italiana giudicano in modo molto positivo le dichiarazioni fatte durante l'assemblea degli azionisti che si è tenuta ieri....
 
Leggi tutto

Nuovo BTp Italia dal 14 maggio, il Tesoro torna alla scadenza di 8 anni

Affari Personali
Partirà il prossimo 14 maggio la nuova emissione del BTp Italia, il titolo di Stato legato all’inflazione. Si tratta della 13ma emissione di questo titolo, portato per la prima volta sul mercato dal Tesoro nel 2012. Per questa occasione si tornerà alla durata di 8 anni, utilizzata nel 2015 prima di passare alla scadenza a 6 anni. Il titolo sarà offerto dal 14 al 16 maggio in una prima fase riservata al retail mentre agli investitori istituzionali è riservata una seconda fase dell'emissione che si svolgerà nella sola mattinata del 17 maggio. Il tasso reale minimo garantito sarà comunicato la pubblico il prossimo 11 maggio. Probabile ritorno al bond in dollari. Il Tesoro sta valutando la possibilità di tornare a emettere bond in dollari già alla fine del 2018. Lo ha annunciato Davide Iacovoni, capo della direzione del Debito pubblico al ministero dell'Economia, in un briefing con la stampa dopo il suo insediamento alla direzione al posto di Maria Cannata...
 
Leggi tutto

Quanto costano i fondi in Italia – 5

Affari Personali
L’analisi dei costi dei fondi di diritto italiano prosegue con la comparazione dei singoli strumenti (in base alle spese correnti dichiarate nei Kiid) presenti all’interno delle diverse categorie Morningstar dedicate ai maggiori mercati equity (i prodotti sono ordinati dai meno cari ai più costosi). Nelle prossime settimane continueremo ad analizzare le categorie relative all’azionario per spostarsi, in seguito, sugli altri segmenti e, più avanti, sui fondi di diritto estero venduti in Italia....
 
Leggi tutto

LE RAGIONI DI UNA PERFORMANCE INATTESA. Perché i mercati emergenti vanno bene nonostante Trump e la Fed

Affari Personali
I mercati emergenti sono una delle classi di investimento che sta andando meglio sui mercati da diversi mesi a questa parte. Negli ultimi 12 mesi l’indice delle Borse emergenti ha guadagnato il 23,4% contro un +15% di Wall Street e un +1,27% dell’Europa. Da inizio anno il paniere dei mercati emergenti ha sovraperformato il mercato azionario globale (indice Msci World) mediamente del 2,4 per cento. Nell’ultimo anno l’indice PIMCO Merrill Lynch che monitora i bond emergenti ha guadagnato quasi il 5% contro una performance sostanzialmente invariata dell’analogo indice obbligazionario dei Paesi sviluppati....
 
Leggi tutto

Rivoluzione portafogli nelle reti

Affari Personali
Per fronteggiare la sempre maggiore concorrenza dei grandi gruppi bancari, l’incertezza dei mercati e l’impatto della Mifid II, le reti cambiano l’offerta. Ecco su cosa puntano oggi...
 
Leggi tutto

La finanza a impatto sociale verso i 400 milioni in tre anni

Affari Personali
I capitali ci sono, mentre la domanda scarseggia. Questo è il paradosso italiano dell’impact investing, l’investimento in attività di impresa, organizzazioni e fondi che abbiano – accanto al ritorno finanziario – un impatto sociale misurabile. In Italia a fronte di capitali impact per 210,5 milioni di euro – che potrebbero salire a 400 in tre anni – si stima ci siano appena 627 imprese sociali pronte ad accogliere investimenti. Imprese che hanno asset totali immobilizzati pari a 207 milioni. Mettendo i pesi sui piatti della bilancia, la dimensione dei capitali è maggiore rispetto al patrimonio delle imprese sociali. I dati - che saranno presentati oggi a Milano alla sede del Sole 24 Ore - sono contenuti nel Social Impact Outlook...
 
Leggi tutto

Mutuo, un mese lo paga il Fisco (e il tasso fisso è ancora più conveniente)

Affari Personali
Comprare oggi una casa con un mutuo a 30 anni significa pagare le rate da gennaio a novembre. A dicembre offre il Fisco. È l’effetto del vantaggio Irpef, che ai tassi attuali si può sfruttare interamente, e che apporta una riduzione del costo reale del prestito del 19% grazie alla detrazione sugli interessi passivi fino a 4.000 euro l’anno. Il limite per il primo anno ricomprende anche le spese di istruttoria e stipula: in pratica si può arrivare a riavere dal Fisco fino a 780 euro all’anno. Ipotizziamo un finanziamento a 30 anni da 120mila euro in partenza dal 1° maggio prossimo per una casa del valore di 200mila al 2,2%, un tasso un tempo impensabile ma oggi di mercato, come vediamo dalle tabelle di questa pagina. La rata mensile per questo mutuo è di 456 euro: fino a dicembre si pagheranno 1.531 euro di interessi, ai quali si potranno aggiungere spese di istruttoria e notarili fino a un massimo di 2.469 euro ottenendo presumibilmente i 780 euro di vantaggio massimo. Nel 2019 si pagheranno 2.574 euro di interessi, ricevendone indietro 489, 33 più del costo di una rata. E’ vero che il vantaggio scenderà anno dopo anno ma è altrettanto vero che aumenta la quota di capitale restituita a ogni rata e il debito scende sempre più rapidamente. Meno risparmio per chi sceglie durate più brevi. Gli stessi 120mila euro a 20 anni all’1,7% pagano una rata da 590 euro al mese e lo sconto fiscale nel 2019 sarà di 370 euro....
 
Leggi tutto

Cattolica Assicurazioni lancia Active Auto: si parte da web e social

Affari Personali
Cattolica Assicurazioni si appresta lanciare sul mercato un nuovo prodotto, Active Auto, pensato per i Millennial e per gli utenti delle aree metropolitane. Dal 1 maggio, nelle agenzie del gruppo, sarà disponibile il nuovo device autoinstallante di ultima generazione, da collocare sul parabrezza dell’auto e da collegare all’active app accessibile comodamente da smartphone. Per la campagna di lancio di Active Auto, Cattolica Assicurazioni si affida alle note del talentuoso deejay Albert Marzinotto, vincitore del tv contest Top Deejay 2015 e autore del remix “Le Canzoni” di Jovanotti. Marzinotto ha realizzato in esclusiva per il gruppo assicurativo la canzone “Need Help?”, una musica giovane che fa da sottofondo ai tre spot. ...
 
Leggi tutto

L’arte dell’investimento alternativo

Affari Personali
Milano questa settimana è stata la capitale del design e dell’arte. Oltre al Salone del Mobile con il suo ormai consueto successo di pubblico c’è stato un record di presenze anche alla 23esima edizione di MiArt, la fiera internazionale di arte moderna e contemporanea che ha visto la partecipazione di collezionisti provenienti da 25 Paesi, con oltre 11mila presenze qualificate di settore. Questo interesse non passa inosservato dall’industria del risparmio. Beni di lusso, auto, orologi e oggetti da collezione - e soprattutto opere d’arte - stanno sempre più entrando nel radar non solo dei soliti collezionisti e appassionati ma anche degli investitori che, frustrati e delusi dai rendimenti vicini allo zero degli investimenti tradizionali, iniziano a chiedersi se il mondo degli investimenti alternativi legati alla sfera della “finanza emozionale”, possa offrire nuove opportunità di guadagno....
 
Leggi tutto

Rolex e diamanti i più richiesti nelle aste italiane di primavera

Affari Personali
Le prime importanti aste dell'anno di gioielli e orologi si sono tenute in Italia a marzo ed aprile, che come di consueto hanno goduto di un richiamo internazionale, in particolare da parte del mondo occidentale ed asiatico. I più ambiti Rolex e diamanti di alta caratura hanno dominato i risultati delle aste. Ma anche un Omega degli anni '60 ha bruciato le stime presso le Aste Bolaffi. Da International Art Sale tutte le aggiudicazioni, a parere dei responsabili, hanno superato le aspettative. A Firenze un nuova asta di successo totalmente organizzata sulla piattaforma online da Curio ha richiamato oltre 7mila visitatori anche dall'estero. A maggio da Faraone un anello con rarissimo zaffiro Kashmir sarà esitato oltre i 100mila euro, mentre da Wannenes sarà proposto di Arman un gioiello d'artista, uno dei settori ormai trend in molte aste nazionali....
 
Leggi tutto

Redditi, crescono le differenze in Italia. Nuovi precari: più persone in difficoltà

Inchieste
Si allarga il divario in Italia tra chi ha redditi più alti e chi non riesce ad arrivare alla fine del mese, mentre arriva un altro allarme sulla precarietà che aumenta la soglia della popolazione in sofferenza economica. Secondo le tabelle dell'Eurostat, in Italia il decile più povero delle popolazione nel 2016 poteva contare infatti appena sull'1,8% dei redditi. Complessivamente quasi un quarto (il 24,4%) del reddito complessivo era percepito da appena il 10% della popolazione. Rispetto al 2008, anno nel quale è iniziata la crisi, il decile più benestante ha accresciuto la sua quota di reddito (23,8%) mentre quello più povero ha registrato un crollo (era il 2,6%)....
 
Leggi tutto

GRANDI PATRIMONI. Salute, i milionari e la ricetta per vivere “bene” fino a 100 anni

Inchieste
Meglio la palestra in casa super accessoriata, magari con un personal trainer in carne e ossa, che un secondo locale adibito a studio. Meglio tre settimane l’anno in una longevity clinic piuttosto che in un resort esclusivo. E poi quando sarà il momento meglio una moderna residenza di lusso che una badante full time in casa. Insomma, vivere “bene” fino a 100 anni sta portando i facoltosi italiani, a scelte nuove e significative riguardo le proprie spese, gli investimenti e l’approccio all’eredità. È quanto emerge dall’ultimo UBS Investor Watch, la più grande ricerca al mondo sui milionari - High Net Worth Individuals (Hnwi) con le opinioni di 5mila persone in tutto il mondo (oltre 400 in Italia)....
 
Leggi tutto

Ue-Messico: niente più dazi su pasta, cioccolato e carne di maiale

Inchieste
L’Unione europea e il Messico hanno raggiunto un accordo politico per l'eliminazione di numerosi ostacoli agli scambi commerciali. Lo ha reso noto la Commissione europea il cui presidente, Jean-Claude Juncker, ha osservato che «con questa intesa il Messico si aggiunge a Canada, Giappone e Singapore nella lista dei Paesi che vogliono lavorare con l’Ue per difendere un commercio equo e aperto». Grazie all'intesa, 340 Igp europee saranno garantite contro le imitazioni e cadranno le tariffe sulle importazioni in Messico di pasta....
 
Leggi tutto

Finlandia, stop al reddito di cittadinanza: bocciato dopo l'esperimento

Inchieste
Il reddito di cittadinanza viene bocciato proprio dal paese dell'Unione europea che lo aveva introdotto l'anno scorso come progetto pilota, la Finlandia. Il governo liberalconservatore di Helsinki ha deciso di non proseguire con l'esperimento, lanciato appunto nel 2017 e che aveva attirato l'attenzione e l'interesse dell´Europa e del mondo. Lo riferisce Business insider. Il progetto finora ha visto coinvolti duemila disoccupati, che vi hanno aderito tutti su base volontaria. Dal 2017, i duemila volontari hanno ricevuto dal sistema di welfare finlandese, avanzato ed esteso come tutti quelli dei cinque paesi nordici (Svezia, Norvegia, Danimarca, Finlandia e Islanda) una cifra pari a circa 690 dollari Usa mensili (560 euro). Il pagamento di tale reddito di cittadinanza, contrariamente ad altre forme di sussidi e assistenza pagati in diversi paesi dell'Unione europea, non è stato soggetto ad alcun vincolo....
 
Leggi tutto

FRA RATING E RISCHIO POLITICO. BTp sempre più distanti dai Bonos: la grande occasione perduta dall’Italia

Commenti
Qualcuno si è stupito, altri hanno semplicemente tirato un sospiro di sollievo nel constatare come quasi 50 giorni dopo le elezioni dall’esito più incerto degli ultimi decenni nessuna bufera si sia abbattuta sui titoli di Stato italiani, che anzi hanno guadagnato terreno rispetto a quel 4 marzo. Il fatto che i rendimenti del BTp decennale abbiano questa settimana oscillato sui valori minimi dallo scorso dicembre e che lo spread nei confronti del Bund tedesco, abituale barometro delle tensioni, viaggi addirittura di nuovo sui livelli dell’agosto 2016 si giustifica in sé con una serie di fattori che spaziano principalmente dalla ripresa economica in corso e dall’atteggiamento pur sempre espansivo della Banca centrale europea. L’altra faccia della medaglia. Il fenomeno cela però dietro di sé un’altra parte di verità, che per il nostro Paese rischia di essere decisamente meno confortante della precedente: nelle ultime settimane i titoli del Tesoro hanno continuato a perdere terreno nei confronti di quelli di Spagna e anche del Portogallo, cioè degli strumenti che sono confrontabili in modo più diretto...
 
Leggi tutto

Il fardello dei deficit nei Comuni: un'ipoteca su 30 anni di futuro

Commenti
Gli italiani che non pagano tasse, tariffe e multe; gli enti locali che non pagano i fornitori; le pubbliche amministrazioni che reciprocamente non si pagano i rispettivi debiti. Sono tanti gli anelli della catena dei crediti e dei debiti incagliati, che negli anni hanno aperto buchi nei conti pubblici e privati. Per le imprese, la catena si è stretta spesso nel fallimento: per i conti pubblici si è tradotta in regole emergenziali che hanno spostato sul presente e sul futuro i debiti del passato. Prima sono arrivati i decreti sblocca-debiti che, per sciogliere la montagna dei mancati pagamenti ai fornitori delle pubbliche amministrazioni, hanno prestato a Regioni ed enti locali circa 30 miliardi di euro, da restituire in 30 anni. Molte Regioni, però, hanno usato i prestiti non per saldare le fatture alle imprese, ma per alimentare nuova spesa corrente con una mossa bocciata dalla Corte costituzionale: è nato così il decreto salva-Regioni, che ha permesso di spalmare in 30 anni anche la copertura di questi buchi....
 
Leggi tutto

Se l’Europa rallenta la corsa

Commenti
Nel suo Rapporto di aprile il Fondo monetario internazionale conferma le rosee previsioni di crescita formulate negli ultimi mesi. Ma i primi dati 2018 su produzione industriale, immatricolazioni di auto e previsioni dei manager sono in frenata, in Italia e anche in Europa....
 
Leggi tutto

Facebook, se il nostro profilo non è nostro

Commenti
Chris Hughes, uno dei cofondatori di Facebook, ha osservato di recente che lo scrutinio pubblico del portale era «atteso da tempo», dichiarando di «trovare scioccante che i suoi amministratori non abbiano dovuto rispondere ad altre domande di questo tipo prima d’ora». Sono anni che alcuni leader nel settore della tecnologia dell’informazione, soprattutto in Europa, mettono in guardia dagli abusi di Facebook (e altri portali), e oggi il loro parere e le loro raccomandazioni pratiche sono più necessari che mai. La testimonianza di Mark Zuckerberg davanti al Senato americano non ha contribuito a rinforzare la fiducia del pubblico in un’azienda che armeggia con i dati personali dei suoi utenti. Il momento più rivelatore della deposizione è stato quando il senatore dell’Illinois Richard Durbin ha chiesto a Zuckerberg se si sarebbe sentito a suo agio a condividere il nome dell’hotel in cui alloggiava e delle persone con cui quella settimana si era scambiato dei messaggi, cioè lo stesso tipo di dati tracciati e utilizzati da Facebook. Zuckerberg ha risposto di no. «Penso che la questione sia tutta qui», ha replicato Durbin. «Il diritto alla privacy di ognuno di noi»....
 
Leggi tutto

Giro d’Italia. Mille Miglia. Natura. Enogastronomia. Una primavera tutta da vivere

Viaggi denari
Il Giro d’Italia, la Mille Miglia, biotrekking a Parma, visite alle cantine della Franciacorta, Diverdeinverde a Bologna e manifestazioni gastronomiche a Bassano del Grappa e Treviso. La primavera ha in serbo grandi eventi di richiamo internazionale e più piccole iniziative alla scoperta del territorio. Eccone alcune, con l’indicazione di quanto può costare un weekend lungo fuori porta. Corse: in bici e in auto d’epoca. Prenderà il via il 4 maggio a Gerusalemme la 101esima edizione del Giro d’Italia, la corsa rosa tanto amata e seguita. Nel complesso le tappe saranno 21, per un totale di 3.562,9 km. La tappa conclusiva è prevista per il 27 maggio a Roma. Sarà un’edizione in grande: per la prima volta la partenza sarà fuori dall’Europa mentre l’arrivo nella capitale è soltanto il quarto (dopo il 1911, 1950 e 2009). E ovunque passi il Giro, da Catania a Pizzo, da Assisi a Trento, da Riva del Garda ad Abbiategrasso, sarà una grande festa. Da non perdere. Dove dormire. Il giro si può ammirare soggiornando in concomitanza con il passaggio della corsa nelle diverse tappe. Ipotizzando di voler essere presenti a Roma nel giorno dell’arrivo, si può prenotare per esempio all’NH Collection Palazzo Cinquecento, 5 stelle nell’omonima piazza, a pochi passi dalla stazione ferroviaria e dalla metropolitana Termini. Per una matrimoniale superior con colazione nelle notti del 26 e 27 si spendono con Booking 675 euro....
 
Leggi tutto

Zelle, the Banks’ Answer to Venmo, Proves Vulnerable to Fraud

Internazionale
The personal payment platform Zelle is flourishing. But so are fraudsters, who are exploiting weaknesses in the banks’ security. Big banks are making it easy to zap money to your friends. Maybe too easy. Zelle, a service that allows bank customers to instantly send money to their acquaintances, is booming. Thousands of new users sign up every day. Some $75 billion zoomed through Zelle’s network last year. That’s more than twice the amount of money that customers transferred with Venmo, a rival money-transfer app. But the same features that make Zelle so useful for customers, its speed and ubiquity, have made it irresistible to thieves. Hackers and con artists have used the system to steal from victims — some of whom had never used Zelle or even heard of it until someone used it to clean out their bank accounts. Interviews with more than two dozen customers who had their money stolen through Zelle illustrate the weaknesses that criminals are using in targeting the network. While all financial systems are susceptible to fraud, aspects of Zelle’s design, like not always notifying customers when money is transferred — some banks do; others don’t — have contributed to the system’s vulnerability. And some customers who lost money were made whole by their banks; others were not....
 
Leggi tutto

European banks take opportunity to boost bad loan coverage

Internazionale
(COPERTINA CON IMMAGINE DEL LOGO INTESA SANPAOLO) Southern European banks have taken more than €14bn in extra provisions this year to write down the value of toxic loans they plan to sell, while taking advantage of a new accounting rule to delay the hit to capital. Analysts say the opportunity for banks to “have their cake and eat it” by taking extra provisions on bad loans without having to raise extra capital has spurred more lenders to start selling non-performing loans particularly in Italy and Greece. An acceleration of bad loan sales is good news for European regulators, which have been intensifying pressure on banks to clean up their balance sheets to free capacity for new loans and to put them in better shape to cope with any future crisis. ...
 
Leggi tutto

Europe’s top investment banks braced for muted first quarter

Internazionale
First-quarter results from Europe’s biggest lenders are set to extinguish any lingering hopes that 2018’s volatility surge could be the catalyst for their investment banks’ revival. The top five Wall Street banks reported a rise of just 6 per cent in total investment bank revenue for the first quarter, as a surge in equities revenues was tempered by a weaker performance in fixed income and advisory. Analysts are expecting even more muted results from Europe’s top investment banks, especially those that are more heavily geared towards fixed income, such as Barclays and Deutsche Bank. Currency headwinds will also hurt Europeans’ reported numbers. ...
 
Leggi tutto

Bank Earnings Boom as Regulators Relax Rules

Internazionale
Turbulent markets and relaxed regulations are great news for banks — and it shows. Citigroup and JPMorgan Chase, the first big United States banks to report their first-quarter results, reported on Friday that business was booming on their stock trading desks as markets gyrated wildly during the first three months of the year. And they reaped greater profits from their core lending businesses, thanks to rising interest rates. Their results could represent the beginning of a new period of vigor for the banking industry, which in recent years has had to contend with a mix of ill winds, including an eerie quiet in markets, which depressed their usually lucrative trading businesses. Improved business conditions are good news for banks, but the prospect of regulators loosening up their oversight could be even better over the long haul....
 
Leggi tutto

Wells Fargo Pays $1 Billion to Federal Regulators

Internazionale
Wells Fargo will pay two federal regulators a total of $1 billion to settle an array of investigations into its mortgage and auto-lending practices. The settlements, with the Consumer Financial Protection Bureau and the Office of the Comptroller of the Currency, were announced on Friday. The joint action is the most significant move by federal banking regulators under the Trump administration. It is also the consumer bureau’s first enforcement measure since President Trump appointed Mick Mulvaney, the White House budget director and a longtime critic of the bureau, as interim director in November. Where Wells Fargo Went Wrong Mortgages: Customers were forced to pay for extending the length of so-called interest rate locks on mortgage applications even when the bank was responsible for delays in the application process. Wells Fargo should have absorbed those fees, regulators said....
 
Leggi tutto

'Too Good To Fail': Big Ideas For A Big Bank With Values

Internazionale
People are distrustful of big banks, perhaps today more than ever before. It only takes a look at the financial crisis and subsequent trillion-dollar bailout of banks that were deemed “too big to fail,” or more recently the systemic fraud at Wells Fargo, to understand why. In a quest to scale a different kind of bank, in December 2017, New York’s Amalgamated Bank announced its plan to acquire San Francisco’s New Resource Bank. The $58.5 million purchase would create a first of its kind “platform for a nationwide, values-based financial institution.” Amalgamated Bank has a 94-year history of building a bank to serve the needs of workers. Founded by a union called The Amalgamated Clothing Workers of America in the 1920s, Amalgamated set itself apart with self-proclaimed “progressive” practices that were innovations in its day, such as offering free savings accounts and lending opportunities to the growing urban industrial working class. The bank also worked with European institutions to pioneer remittance products that allowed immigrant garment workers in the U.S. to send money to their families overseas....
 
Leggi tutto

Bitcoin, Banks And A Whole Lot Of FUD

Internazionale
“I [used to think] Bitcoin’s great, Ethereum’s great, those people in financial services probably don’t know what they’re doing. I’m much more humble now. They know what they are doing.” So said Shaul Kfir, Chief Technology Officer at Digital Asset. It was a refreshing admission that the cryptocurrency community is suffering from the arrogance of youth. Those old fogeys in traditional financial institutions just might know a thing or two that they don’t. If only others were as humble. Just as Kfir made his remarks, a new post went up on Medium which said it answered "15 claims against Lightning". It was written by pseudonymous “Cryptoconomy”, who also produces a podcast....But when it reaches point #10, it goes badly off the rails. Firstly, it claims that “Lightning is not an IOU”. Now, whether or not Lightning channels are IOUs is a contentious issue. When you commit funds to a Lightning channel, are you lending those funds to the other party? When someone makes a multi—hop payment using your funds “in passing”, have they borrowed those funds? These are not technical questions, they are legal ones. I hoped to read a reasoned case explaining why committing funds to a Lightning channel isn’t lending, and why multi-hop payments don’t involve borrowing. But that’s not what the piece does. Instead, it constructs a straw man about banks:...
 
Leggi tutto

L’impiegato di una banca italiana ha usato server della banca per estrarre bitcoin. E i casi simili sono migliaia

Tecnologia
Migliaia di dipendenti stanno rubando potenza di calcolo ai loro datori di lavoro per estrarre bitcoin, secondo l’amministratore delegato di un’importante impresa di cybersicurezza. Nicole Eagan, Ceo di Darktrace, ha detto al pubblico presente a un evento del Ceo Council del Wall Street Journal: “Negli ultimi sei mesi abbiamo assistito nei soli Stati Uniti a mille casi di crypto-mining, nei quali un dipendente assume il controllo dell’infrastruttura della sua azienda per estrarre criptomonete. Sta diventando un grosso problema.” Il crypto-mining, il processo di creazione di nuovi bitcoin, richiede la risoluzione di complessi problemi crittografici. La potenza di calcolo necessaria per risolverli è aumentata esponenzialmente dal 2009, anno di creazione del Bitcoin; oggi ci vogliono enormi gruppi di server per decifrare i codici. Sono spuntati “bacini” (pool) di estrazione online che permettono alle persone di mettere la capacità dei propri computer a disposizione di reti digitali e ricevere una percentuale dei guadagni collettivi....
 
Leggi tutto

Quali sono i numeri che contano per Netflix?

Tecnologia
Nei conti di Netflix c'è un numero che per Reed Hastings è più importante degli altri. «Senza dubbio guardo agli utenti – risponde subito il numero uno della più popolare piattaforma tv di streaming del mondo -. Guardo alla crescita del nostro pubblico. Siamo arrivati a 125 milioni». Arrivato a Roma per presentare il “palinsesto” europeo (10 nuovi progetti di cui sette nuove serie) è certamente oggi più che mai il sorvegliato speciale per tutti gli attori del mondo dei media. I suoi utenti corrono più suoi investimenti e dei suoi ricavi. Lunedì, nonostante l'aumento del prezzo dell'abbonamento, ha pubblicato la più forte crescita degli utenti da quanto decise di quotarsi sedici anni fa. Da allora la Borsa continua a premiarlo trimestrale dopo trimestrale portandolo a raggiungere una capitalizzazione di 140 miliardi di dollari...
 
Leggi tutto

Google lancia gli Outstream Video Ads per il mobile

Tecnologia
Google si rafforza ancora nell’ambito della pubblicità video lanciando i formati outstream, ma deve guardarsi da un nuovo “caso” brand safety, aperto dalla CNN: gli annunci di oltre 3oo inserzionisti, tra cui aziende, giornali e enti governativi, sarebbero finiti su canali che promuovono contenuti estremisti o violenti (qui l’articolo dedicato). Per quanto riguarda la novità commerciale, gli inserzionisti che utilizzano AdWords hanno dunque a disposizione un nuovo formato video specifico per il mobile che viene riprodotto su siti web partner di Google e all’interno delle app: si tratta degli Outstream Video Ads, che vanno ad affiancarsi agli altri formati video presenti sulla piattaforma di advertising di BigG, TrueView e Bumper. ...
 
Leggi tutto

Google alla riscossa nella messaggistica: prepara il lancio di Chat

Tecnologia
Google cambia strategia per la messaggistica in mobilità (e non solo). Non è un addio ad “Allo” (ma quasi), però benvenuto “Chat”, il sistema basato sullo standard RCS (Rich Communication Services), che nelle intenzioni dei carrier dovrebbe sostituire gli oramai obsoleti sms, sopravvissuti sinora solo per la loro pervasività e adozione universale nel sistema Gsm e successive generazioni 3G, 4G e la futura 5G. L’obiettivo per Google è poter diventare depositario di quante più possibili dei nuovi Universal Profile, i “profili universali” svincolati dal numero di telefono e capaci di funzionare come sistema di identità trasversalmente su smartphone, tablet e computer....
 
Leggi tutto

La tecnologia cambia il design, cosa scoprire al Fuorisalone

Tecnologia
La tecnologia e il design sono i protagonisti di molti eventi al Fuori salone, nella settimana del Design a Milano. Tra questi appuntamenti c'è, Ventura Future: tre location dove espongono sia designer, sia esperti di tecnologia. Si possono dunque vedere oggetti in marmo intagliati da mini robot e integrati con la tecnologia, oggetti che mixano antichi e nuovi materiali, panche in marmo realizzate con stampanti 3D. E poi librerie, poltroncine, vasi, tessuti, pavimenti, rivestimenti. (video)...
 
Leggi tutto

Twitter impedisce a Kaspersky Lab di acquistare annunci pubblicitar

Tecnologia
Twitter vowed to stop Russian disinformation on its social network and banned hundreds of puppet accounts and bots. Now, a Russia-based cybersecurity company is caught up in the fray. Kaspersky Lab founder Eugene Kaspersky wrote an open letter on Friday, calling out Twitter CEO Jack Dorsey over an advertising ban on the social network. In the letter, Kaspersky revealed that Twitter banned Kaspersky Lab from advertising on its platform in February, telling the cybersecurity company that its business model "conflicts with acceptable Twitter ads." "Kaspersky Lab considers this action -- an advertising ban without any valid reasoning or evidence of misconduct -- as being contradictory to Twitter's principles for freedom of expression," the company said in a statement. Russian trolls on social media have plagued social networks like Twitter, Facebook and Instagram, as lawmakers and the public call for the tech giants to institute better quality control....
 
Leggi tutto

Assemblea Generali, i soci italiani superano quelli esteri. Pronte le linee guida del piano

Economia
L'assemblea Generali di approvazione del bilancio 2017, presente il 52,8% del capitale, diventa l'occasione per mettere in fila i target fin qui raggiunti dalla società e lanciare, sulla scorta di queste basi, le linee guida di quello che sarà il nuovo piano industriale della compagnia al 2021, che verrà presentato il prossimo 21 novembre a Milano nel nuovo grattacielo del Leone. Allo stesso tempo, il fronte rafforzato dei soci italiani torna a superare i fondi esteri che l'anno scorso avevano raggiunto il 24,4% del capitale mentre oggi sono al 22,91 per cento. Grazie all'ascesa della famiglia Benetton, che ha il 3,04% di Trieste, e alla crescita di Francesco Gaetano Caltagirone che ha raggiunto il 4% (ed è proiettato verso il 5%), il blocco italiano capitanato da Mediobanca (12,97%) e che conta anche Leonardo Del Vecchio (3,16%) si è presentato con il 23,12%. A cui peraltro vanno aggiunte anche le quote inferiori al 2%, tra le quali quella della famiglia De Agostini che ha l'1,7%...
 
Leggi tutto

Donnet, il nuovo piano trasformerà profondamente Generali

Economia
Il nuovo piano industriale di Generali è destinato a cambiare in profondità l’assetto del Leone. Il business plan 2019-2021 che sarà presentato a Milano il prossimo 21 novembre presso la nuova sede di Citylife conterrà «una strategia molto diversa, basata sull’ulteriore ottimizzazione finanziaria, sull’espansione profittevole e su una profonda trasformazione». Linee guida tracciate ieri l’amministratore delegato del gruppo, Philippe Donnet, durante l’assemblea degli azionisti tenutasi a Trieste. «Il 2018 è un anno fondamentale», ha aggiunto Donnet ricordando che questo è «l’ultimo esercizio dell’attuale piano strategico e dovremo lavorare sull’elaborazione del prossimo. Con i risultati del 2017 e le prospettive del 2018 Generali sta decisamente per scrivere una nuova storia di successo». Anche il presidente Gabriele Galateri di Genola, aprendo i lavori assembleari, ha fatto cenno al nuovo piano in fase di elaborazione nel quale ci sarà «spinta all’innovazione e alla trasformazione digitale». Galateri nel suo intervento ha anche alzato l’attenzione sul quadro regolamentare che è tra i fattori esterni che preoccupano di più gli assicuratori europei per l’assetto rigido e oneroso. «Non voglio trascurare alcuni effetti positivi e necessari delle regolamentazioni in discussione o già in vigore; tuttavia l’industria assicurativa europea è compatta nel lamentare alcuni approcci eccessivamente conservativi che non vanno a beneficio né degli assicuratori nè degli assicurati», ha detto il presidente di Generali portando ad esempio il fatto che dal combinato disposto di Solvency 2 e della direttiva sui documenti informativi, entrata in vigore il primo gennaio 2018, i consumatori dovranno comprare polizze «sulla base di161 informazioni fornite tassativamente in formato cartaceo, da compilare a cura dell’assicuratore»....
 
Leggi tutto

LA BATTAGLIA DELLE TLC. Telecom, l’ultima puntata della guerra tra Vivendi e il fondo Elliott

Economia
Il botta e risposta tra Vivendi e Elliott non si arresta, tanto più in vista dell’udienza in Tribunale che oggi potrebbe forse anche decidere sul ricorso presentato da Tim e dal suo primo azionista contro la delibera dei sindaci che ha riammesso all’ordine del giorno dell’assemblea del 24 aprile revoca e nomina di sei amministratori richiesta dal fondo di Paul Singer. Chi attacca (lo fa di mestiere) e chi si difende (visto che ha da proteggere 4 miliardi di investimento): gli argomenti sono necessariamente di parte, ma sul mercato hanno fatto breccia quelli del nuovo azionista che ha smosso il titolo. Ieri è stata la volta di Elliott. In un documento pubblicato sul sito dedicato - ww.transformingtim.com - l’attivista Usa ha contestato punto per punto il position paper diffuso due giorni fa da Vivendi. Non stiamo a elencarli tutti. Ma basta qualche spaccato per comprendere che difficilmente, prima di andare alla conta, si arriverà a a ricomporre la lite. come auspica l’ad di Tim Amos Genish....
 
Leggi tutto

OfNews

Primavera italiana. Gli eventi da non perdere

Per un weekend a Roma in occasione dell’arrivo della corsa rosa si spendono 675 euro, a Brescia in concomitanza con il rientro delle vetture d’epoca che partecipano alla Mille Miglia 705 euro. Oppure ...

Leggi tutto

Mutui. 5 grandi inchieste per scegliere bene

Tassi bassi, spread azzerati, offerte sempre più competitive. È ancora il momento di sottoscrivere un mutuo. Ma quali sono le promozioni attive? E quali i migliori sul mercato? OF Osservatorio finanzi...

Leggi tutto

Airbnb diventa Plus: le case più belle per girare il mondo

Per soggiornare a Los Angeles in un appartamentino di design con piscina e barbecue si spendono dai 150 euro a notte. A Londra costa dai 142 euro al giorno prenotare un appartamento ricavato negli spa...

Leggi tutto

Paypal, Apple, Amazon &co. La concorrenza alle banche arriva dai colossi dell’hi tech

PayPal pensa a conti, depositi, carte di credito. Amazon, dopo i pagamenti da mobile, ha lanciato una carta di credito per le Pmi e ora punta su un conto corrente light per i giovani. Google e Apple c...

Leggi tutto

Il futuro della web TV

Netflix, Sky, Amazon & co. E’ iniziata la guerra dello streaming TV

E’ un mercato che vale miliardi. Netflix, finora, ha avuto gioco facile, ma la concorrenza sta diventando sempre più agguerrita. Stanno nascendo servizi di TV digitale. Nuovi attori hanno annunciato i...

Leggi tutto

Il futuro della web TV: ecco cosa guarderemo

Netflix si è aggiudicata registi premio Oscar (i fratelli Coen), scrittori e sceneggiatori pluripremiati (la Shonda Rhimes di Grey’s Anatomy) e presentatori TV tra i più importanti degli USA (David Le...

Leggi tutto

La TV del futuro? Si mimetizza, è intelligente e…

Da Samsung arriva il televisore che si confonde con l’ambiente, si accende e si spegne da solo, e controlla gli oggetti connessi che ci sono in casa. Panasonic punta sulla TV intelligente. Sony, invec...

Leggi tutto

Migliore App finanza

Le migliori app per le assicurazioni

Leggi tutto

Speciale investimenti

Quanto paga la liquidità?

Leggi tutto

@of_osservatorio

Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Vai al sito

Visita il sito