logo-mini
OF News - OF Osservatorio Finanziario

SOMMARIO

Le spese impreviste di fine anno possono essere ingenti. C’è il Natale, con i regali per amici e parenti, cene ed eventuali mini-break sulla neve. E, poi ci sono le ultime scadenze fiscali alle quali far fronte, come le tasse sulla seconda casa. Come fare? Per non intaccare portafoglio e risparmi ecco che torna la necessità di ottenere liquidità aggiuntiva chiedendo un prestito personale. Of ha messo a confronto le offerte dei principali gruppi bancari nazionali. Ecco quanto si spende

Leggi Anche:

Spese di fine anno: se la soluzione è un prestito…

Far fronte alle spese impreviste di fine anno senza intaccare il portafoglio. E’ questo l’imperativo di molte famiglie italiane che, come ogni anno, si trovano a dover fare i conti con l’aumento considerevole delle uscite in coincidenza dell’arrivo delle festività natalizie. Regali per amici e parenti, menu per i cenoni della vigilia e per il veglione del 31 dicembre, qualche giorno di vacanza sulla neve e le incombenze fiscali di fine anno possono, infatti, portare alla necessità di ottenere un po’ di liquidità aggiuntiva. Ecco allora che, come ogni anno in questo periodo, torna la necessità di richiedere soldi a prestito. Of-Osservatorio finanziario ha analizzato le offerte dei principali gruppi bancari nazionali. Per agevolare il confronto, poi, per ciascun prestito è stata calcolata la spesa mensile (cioè la rata) e il montante (vale a dire la spesa complessiva da sostenere al termine del rimborso e comprensiva di capitale e interessi) nel caso ipotetico di un finanziamento di 10.000 euro da restituire in 5 anni. Ecco quanto si spende.

Offerte a confronto


L’offerta attualmente più a buon mercato tra quelle analizzate è di BNL Gruppo BNP Paribas con BNL In Novo a tasso fisso. Utilizzando la simulazione di Of, infatti, chi richiede 10.000 euro e si impegna a restituire il debito in 5 anni può usufruire di un tasso che resta fisso per tutta la durata al 6,50%. In questo caso, dunque, la rata mensile è di 195,669 euro mentre, al termine del piano di ammortamento, si avrà sborsato, in totale, considerando oltre al capitale anche gli interessi maturati nel corso dei 5 anni, una somma pari a 11.739,60 euro.

Applica lo stesso tasso, anche se si tratta di un’offerta a tempo destinata a scadere a fine anno, anche Banca Popolare di Milano. Presta Comfort, con un Tan del 6,50% che resta fisso per tutta la durata, comporta, come nel caso precedente, una rata mensile di 195,66 euro e un montante di 11.739,60 euro. Si possono richiedere somme da 1.500 a 30.000 euro da rimborsare tra i 12 e gli 84 mesi. Inoltre, in caso di necessità, e qualora i soldi richiesti non dovessero bastare, a 18 mesi dall’erogazione del finanziamento è possibile ottenere una somma aggiuntiva pari al 30% di quanto originariamente concesso, e fino a un massimo di 3.000 euro.

---- Intesa Sanpaolo garantisce un tasso fisso del 9% ai sottoscrittori di PerTe Prestito Facile che richiedono importi inferiori ai 50.000 euro da restituire tra i 24 e i 120 mesi. Anche, se in caso di necessità, si può riuscire a ottenere fino a un massimo di 75.000, pagando un interesse maggiorato. Così, qualora si decidesse di ottenere un importo di 10.000 euro per far fronte alle spese impreviste di fino anno, si dovrà mettere in conto una spesa mensile di 207,58 euro per un montante (cioè capitale più interessi maturati) che, trascorsi i 5 anni di durata del contratto, raggiunge i 12.454,80 euro.

Prevede un tasso fisso del 9,99% Creditopplà SempreLight di UBI Banca, che prevede l’erogazione di somme da 3.000 a 75.000 euro, da spalmare su piani di rimborso tra i 36 e i 12 mesi. Ma c’è una particolarità: il tasso di interesse decresce dello 0,30% ogni 3 anni a partire dall'inizio del terzo anno, a condizione che i pagamenti siano effettuati nei termini previsti. Così, si inizia con una rata mensile di 212,42 euro per i primi 2 anni (pari a un montante di 12.745,20 euro), che potrebbe scendere a 210,95 successivamente.

E’ sempre a tasso fisso ma ha un tan un po’ più elevato e pari al 10,90%, invece, CreditExpress Dynamic di UniCredit. Il finanziamento, che include la possibilità di cambiare rata, saltare il pagamento di una mensilità una volta all'anno dopo le prime 9 consecutive, e ricaricare il prestito con nuova liquidità, può essere richiesto per importi che vanno da un minimo di 3.000 e fino a un massimo di 30.000 euro, da restituire tra i 36 mesi e gli 84 mesi. Così, utilizzando il caso ipotetico indagato da Of, supponendo di voler richiedere 10.000 euro da restituire alla banca in 5 anni, si avrà un esborso mensile di 216,93 euro per un montante, che equivale al costo totale del credito, di 13.015,80 euro.

Per le piccole spese


Se si ha bisogno di richiedere a prestito cifre non consistenti che permettano di far fronte agli acquisti quotidiani, rateizzando le spese sostenute per i regali di Natale e la cena della Vigilia, invece, si possono sfruttare mini-offerte ad hoc. In questo caso, il finanziamento funziona come una linea di credito: i soldi vengono erogati immediatamente, dato che l’autorizzazione alla concessione del mini-prestito è già stata pre-approvata dalla banca. Ma bisogna essere correntisti.

Chi ha un conto corrente presso Intesa Sanpaolo, per esempio, ha tempo fino a fine anno per usufruire del Tan scontato di PerTe Prestito in Tasca. La linea di credito, da usare un po’ per volta per finanziare acquisti diversi, si può attivare anche via cellulare, e permette di ottenere fino a un massimo di 5.000 euro da restituire tra i 12 e i 48 mesi ad un tasso che, fino al 31 dicembre, è pari al 5,90% (anziché 8,50%).
Anche UniCredit ha da poco attivato un’offerta simile. Si tratta di CreditExpress Easy e per ottenere l’importo pre-approvato, anche in questo caso fino a 5.000 euro, è necessario inoltrare la richiesta utilizzando l’app installata sul telefonino. Il rimborso delle somme spese può avvenire in un massimo di 60 mesi, ad un tasso che resta fisso al 6,90%.

© Of-Osservatorio finanziario


Il nostro network

Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Vai al sito

Visita il sito