logo-mini
I 10 Paesi da visitare nel 2020 secondo Lonely Planet (prima... OF OSSERVATORIO FINANZIARIO

SOMMARIO

Il Bhutan si appresta a diventare la prima nazione interamente biologica. In Inghilterra sarà inaugurato il percorso costiero gestito e segnalato più lungo del mondo. La Macedonia del Nord punta, con la costruzione di un nuovo aeroporto, ad attrarre un numero maggiore di turisti, soprattutto nella regione del Lago Ohrid, Patrimonio Unesco. Ecco la top five dei paesi da visitare nel 2020 secondo gli esperti di Lonely Planet

I 10 Paesi da visitare nel 2020 secondo Lonely Planet (prima parte)

» Vai allo speciale foto e video

Come da tradizione, Lonely Planet ha recentemente pubblicato i migliori luoghi da visitare nel 2020: le top ten di paesi, regioni, città e mete più convenienti sono presenti nell'annuale pubblicazione Best in Travel che raccoglie le motivazioni e i consigli degli esperti. Con un'attenzione particolare per il green e le iniziative sostenibili. Tra i paesi, quello assolutamente da visitare è il Bhutan. Da anni considerata la nazione più felice al mondo, dal prossimo anno diventerà anche l'unico paese al mondo interamente biologico. Ecco le prime 5 classificate, con i consigli di Lonely Planet sul perché è il momento giusto per visitarle. E le informazioni pratiche raccolte da OFTravel sul periodo migliore per organizzare un viaggio in queste località.

Bhutan

Il Bhutan, piccolo paese vicino al Tibet incastonato tra le vette dell'Himalaya, è considerato ormai da anni la nazione più felice al mondo. Qui, infatti, il benessere non si calcola sulla base del Pil ma sul criterio, unico caso a livello globale, della Felicità Interna Lorda.
Ma questo regno buddhista, sempre più visitato per via dei suoi magnifici monasteri e degli scenari naturali spettacolari, batte ogni record anche in termini di sostenibilità, e proprio per questo è stato scelto come il miglior paese da visitare nel 2020 da Lonely Planet. La politica adottata in termini di turismo è, infatti, molto rigida: i viaggiatori devono pagare un'elevata tariffa giornaliera per la loro permanenza: un minimo di 250 dollari al giorno per il visto per un viaggio organizzato). La cifra può sembrare esagerata ma è da tenere in considerazione che il pagamento non prevede solo il rilascio del visto ma anche: soggiorno in alberghi a 3 stelle, pasti, trasporti privati (esclusi i voli), guide, trekking e ingressi ai siti turistici. Questa tassa è un modo per contrastare il turismo di massa, spesso poco rispettoso dell'ambiente, e dare la possibilità di ammirare una natura ancora preservata e intatta. Sempre in termini di sostenibilità, il Bhutan è l'unico paese al mondo a emissioni negative di carbonio e nel 2020 si prepara ad essere la prima nazione interamente biologica.

» Continua a leggere

Leggi Anche:


Contatti

Of Osservatorio finanziario

OfNews è una realizzazione di Of Osservatorio finanziario. Leggi Privacy Policy.

Visita il sito