logo-mini
Slovenia: un viaggio nel cuore

SOMMARIO

È uno degli stati più eco-sostenibili del continente europeo. E ha molto da offrire agli amanti della natura e degli sport-avventura. Si parte dalla capitale, Lubiana, per poi proseguire verso lo scenografico Lago di Bled, fino ad arrivare alla regione delle Alpi Giulie, dove nasce l’Isonzo, per poi scendere nelle profondità della terra, nelle maestose Grotte carsiche di Postumia

Slovenia: un viaggio nel cuore "green" d'Europa

Vai allo speciale



Le cime innevate delle Alpi Giulie, le grotte sotterranee ricche di fascino di Postumia, i castelli scavati nella roccia, i fiumi verde smeraldo e i piccoli borghi in stile veneziano sulla costa del Mar Adriatico fanno della Slovenia, piccolo stato dell’Europa centrale, una meta ideale per gli amanti della natura e delle attività all’aperto. Considerata il cuore “green” del continente europeo, da anni sta attuando una serie di misure eco-sostenibili a tutela del suo territorio, riassunte nel motto "I Feel Slovenia", con l’obiettivo di rilanciare il settore del turismo.
Proprio questa sua caratteristica aveva permesso, nel 2018, alla regione che sorge a ridosso delle Alpi Giulie, di entrare nella top ten delle mete da visitare secondo Lonley Planet. Non solo: la Slovenia è anche uno dei primi paesi al mondo ad aver ricevuto il timbro Safe Travels dal World Travel and Tourism Council (WTTC), che conferma gli standard in materia di salute, igiene e sostenibilità inclusi nel marchio “GREEN & SAFE”.
Ma oltre al fascino della natura incontaminata, la Slovenia vanta anche un patrimonio architettonico e culturale di rilievo, con chiese gotiche, castelli medievali, rustiche fattorie in stile ungherese e suggestivi palazzi art nouveu nel centro di Lubiana.
Ecco un itinerario alla scoperta di queste terre per chi, quest’anno, vuole fuggire dalle tradizionali rotte del turismo di massa.

(Ma bisogna prestare attenzione all'evoluzione dell'emergenza sanitaria in tutta Europa, prima di mettersi in viaggio. Attualmente, stando al Dpcm del 7 agosto scorso, non sono previste limitazioni per i viaggi in Slovenia. Nè è applicabile un auto-isolamento una volta rientrati in patria. Anche sul sito del Ministero degli Interni Sloveno l'Italia è considerato un Paese sicuro, e sono consentiti gli accessi per turismo, senza alcuna limitazione).

Lubiana e Lago di Bled


Un itinerario alla scoperta della Slovenia può partire idealmente da Lubiana, la capitale. Oltre a essere una delle città più verdi e vivibili d’Europa, è anche l’unica di tutto lo Stato a offrire una interessante varietà di stili architettonici, dominati dagli edifici realizzati dall’architetto minimalista locale Jože Plecnik, che ha adornato il centro storico disegnando ponti e decine di elementi di arredo urbano, come globi ornamentali, lampioni e piramidi.

In centro il traffico automobilistico è limitato, e pedoni e ciclisti possono godersi le sponde alberate della Ljubljanica, il fiume color smeraldo che attraversa Lubiana e che, d’estate, è costellato di bar all’aperto dove godere di una breve sosta. Prendendo la funicolare che parte proprio dalla Città Vecchia, si può salire al Castello di Lubiana, da dove ammirare uno splendido panorama sulla città. Mentre vale anche la pena visitare i principali musei, tra cui il Museo Nazionale della Slovenia, a carattere storico, e il Museo d'Arte Moderna, che espone dipinti e sculture dell'arte slovena del XX secolo.

Spostandosi verso nord, in poco meno di 50 minuti di auto si arriva al Lago di Bled, la destinazione forse più conosciuta di tutto lo stato e meta ogni anno di numerosi turisti locali e coppie slovene in luna di miele che scelgono proprio le sue sponde per qualche romantica fotografia. Le acque trasparenti del lago sono pulitissime e balneabili (hanno ottenuto la Bandiera Blu), e non è consentito l’attraversamento con barche a motore. Passeggiando sulla riva si può scegliere di noleggiare una canoa o farsi trasportare dalle tradizionali Pletna, piccole e caratteristiche imbarcazioni di legno a remi simili a gondole, per raggiungere il suggestivo isolotto che sorge proprio nel centro del lago. I passeggeri vengono tutti fatti sbarcare sul lato meridionale dell’isola, proprio ai piedi della monumentale Scalinata Meridionale, risalente al 1655. Salendo i suoi 99 gradini in pietra, che secondo una antica tradizione locale lo sposo deve salire a piedi, il giorno delle nozze, portando in braccio la sua consorte, si arriva alla piccola piazzetta dell’Isola di Bled sulla quale si affaccia la bella Chiesa dell’Assunzione.

Molte le attività outdoor che si possono praticare intorno al lago, vero fulcro della vita di Bled. Le acque tiepide (hanno una temperatura di circa 22°) e cristalline si affacciano su numerose spiagge attrezzate erbose che consentono anche di nuotare all’interno di piscine naturali recintate e con alcuni scivoli d’acqua, ideali soprattutto se si viaggia con i bambini. I più sportivi possono passeggiare lungo tutta la circonferenza del lago su un apposito percorso pedonale ben delimitato, da percorrere anche in bicicletta in soli 15 minuti. O salire il sentiero nel bosco che conduce allo scenografico Castello di Bled: affaccia proprio sul lago, e dalla sua terrazza si gode di una vista impareggiabile. Costruito nell’XI secolo, fu per otto secoli la residenza ufficiale dei vescovi di Bressanone. Da vedere la bellissima collezione di armi, armature e gioielli e la piccola cappella gotica con i ritratti di Enrico II.

Continua a leggere



© OF Osservatorio Finanziario - riproduzione riservata

Leggi Anche:

I 5 luoghi più belli del pianeta, da sognare

Leggi tutto

Contatti

OF Osservatorio Finanziario

OfNews è una realizzazione di OF Osservatorio Finanziario. Leggi Privacy Policy (formato PDF)

Visita il sito